Area Press, Edizione 2021, Festival, IL FESTIVAL, NEWS

Ci siamo ritrovati

Non è senza emozione che Piero De Quarto (presidente dello Jonio Jazz Festival), presenta il concerto che apre la nuova stagione nell’oasi dei Battendieri. Dopo un anno di dolorosa attesa, quando la musica , come ogni cosa di vita ordinaria e di passione, è entrata in una fase di dolorosa attesa, ecco che si ricomincia, nel migliore dei modi, oltre le aspettative.

Ma se (<noi siamo innamorati della musica e il nostro canto è canto di libertà>, prosegue De Quarto), allora tornare a condividere una passione che è anche scommessa, vinta e rilanciata, con il concerto dei “The five elements”, Giuseppe Cistola sextet, non poteva essere scelta più appropriata.

Un grande pubblico si è ritrovato ad applaudire Michele Sperandio (drums), Marta Giuliani (vocalist), Simone Maggio (piano), Pietro Mirabassi (sax tenore), Lorenzo Scipioni (double /bass).

Due parole per inquadrare la formazione: (<Si rifà alla musica indiana ma non è musica indiana>), spiega il presidente e una sonorità ricca e suggestiva, scivola sul filo di un’arietta fresca e di una bella scenografia, creata dall’Oasi all’ombra del magnifico convento.

Così il nuovo disco del chitarrista Giuseppe Cistola “The five elements”, mescolando jazz a una spiritualità tutta orientale, con una decisa virata pure sul free jazz, segue il percorso dei cinque elementi che con l’etere, l’acqua, il fuoco, l’aria e la terra, aprono la mente a quelle contaminazioni illuminate, che “Jonio jazz festival ” ha sempre seguito con passo sicuro, mescolando emergenti a più noti talenti, offrendo così anche una vetrina ai giovani musicisti, che da quel palco spesso hanno spiccato il volo.

Buona musica allora, come sempre ma in un <anno che segna una ripartenza>, anche un miracolo di passione e tenacia.

Allora, <non abbiamo nè padroni, nè padrini> dice non senza un accenno polemico Piero De Quarto, a significare un cammino tutto in salita, ma che è anche scommessa e promessa al tempo stesso. Il pubblico numeroso e attento premia lo sforzo e condivide le scelte. La direzione è quella giusta.

Ma dopo il concerto del 30 luglio scorso, è già tempo di pensare al prossimo. Lo annuncia De Quarto Il cinque agosto a Roccaforzata, al Noolas (ex saloon pubblic house).

di Serena Corrente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...